GIOVANNI SAVI : TITOLARE AGENZIA “SAVI IMMOBILIARE” DI EBOLI ( SA )

 

 

 

 

 

Come ogni settimana torna la rubrica “Cinque domande a…”  uno spazio dove incontreremo e daremo voce a tutti gli associati REazione  ascoltando le loro opinioni, consigli e riflessioni. Un momento di confronto, in cui ogni associato potrà ripercorrere le tappe salienti della sua carriera immobiliare fino ad arrivare ai giorni nostri. La parola agli esperti…

GIOVANNI SAVI : TITOLARE AGENZIA “SAVI IMMOBILIARE” DI EBOLI ( SA )

Quando e come hai iniziato l’attività di mediatore immobiliare?

“La mia attivita’ e’ iniziata nel 2000, fino ad allora lavoravo come visurista, in collaborazione con mia moglie, per conto di banche, notai ed avvocati. La professione di agente immobiliare mi aveva sempre attirato, fino a quando decisi di iniziare questo percorso aprendo un’agenzia in franchising. Diversamente da altri miei colleghi, non ho iniziato come funzionario ma direttamente da titolare di agenzia. Nel 2010 ho lasciato il gruppo al quale ero affiliato per continuare l’attivita’ in proprio.” 

In un mercato in continua evoluzione, con il web sempre più saturo di annunci di privati, c’è ancora un perché se i clienti si rivolgono ad un Agente Immobiliare ?

“Oggi il web e’ subbissato da annunci di privati che cercano di vendere “al meglio” il proprio immobile. Io ritengo che chi si rivolge all’agente immobiliare ha la consapevolezza di poter contare sull’aiuto di un professionista serio ,  capace di saperlo indirizzare  verso  l’acquisto dell’immobile piu’ adatto alle proprie esigenze. Tutto cio’ al fine di tenere i clienti al riparo da eventuali incauti acquisti, avendo noi agenti immobiliari una conoscenza approfondita delle varie e molteplici normative del settore.”

Hai aderito a REazione, ci racconti la tua scelta di far parte di questa associazione?

“Nel corso degli anni ho fatto parte di diverse associazioni di categoria, alla fine ho scelto Reazione perche’ ha riunito insieme  colleghi seri, competenti, attenti alle nuove sfide che ci impegneranno in futuro. Inotre apprezzo l’impegno profuso riguardo alla formazione, elemento fondamentale per raggiungere obiettivi importanti.” 

Oggi più di ieri l’agente immobiliare deve essere formato e preparato su tantissimi aspetti legali, tecnici, burocratici. Quanto conta una costante formazione nell’agente immobiliare del terzo millennio ? 

“La formazione e la preparazione per un agente immobiliare (ma questo vale per qualsiasi professionista) e’ la base essenziale per poter svolgere la nostra attivita’ in modo serio e competente. Oggi e’ ancora piu’ importante soprattutto in virtu’ dei continui aggiornamenti legislativi. Un buon agente immobiliare deve in primo luogo assicurare ai propri clienti operazioni limpide, trasparenti e corrette. Tutto cio’ e’ possibile solo con la formazione e con l’operare in sinergia con gli altri esperti del settore (geometri, avvocati e notai).”

I rapporti con il proprio territorio, con la strada, con il cittadino, sono ancora oggi elementi essenziali per riuscire ad offrire grande qualità e sicurezza nelle operazioni immobiliari?

“Credo che il rapporto tra l’agente immobiliare ed il proprio territorio sia fondamentale.  Conoscere il patrimonio immobiliare della propria zona, ma anche le persone che ci vivono, le imprese che ci lavorano, ci permettono di essere sempre pronti a dare consigli e proporre servizi adatti alle esigenze dei nostri clienti.”