PAOLO PARRILLI : TITOLARE AGENZIA “IMMOBILIARE VIADEIMILLE” DI SALERNO

 

 

Come ogni settimana torna la rubrica “Cinque domande a…”  uno spazio dove incontreremo e daremo voce a tutti gli associati REazione  ascoltando le loro opinioni, consigli e riflessioni. Un momento di confronto, in cui ogni associato potrà ripercorrere le tappe salienti della sua carriera immobiliare fino ad arrivare ai giorni nostri. La parola agli esperti…

 

 

PAOLO PARRILLI : TITOLARE AGENZIA “IMMOBILIARE VIADEIMILLE” DI SALERNO

Quando e come hai iniziato l’attività di mediatore immobiliare?

“Tutto è iniziato nel 2003 in un noto franchising, un po’ per caso, poiché un parente ne era socio. Dopo un breve periodo di prova, vedendo i guadagni che arrivavano in quel periodo, mi convinsi ad intraprendere seriamente questa attività, che ovviamente, dopo anni di esperienza, mi ha portato ad aprirne una in proprio”.

Nel percorso lavorativo di un agente immobiliare vi sono soddisfazioni ma anche tanti ostacoli, tu quali ostacoli hai trovato nella tua carriera e come ne sei uscito?

”Le difficoltà capitate negli anni credo siano le classiche cose che possono accadere un po’ a tutti i colleghi, e sono state di varia natura: dai clienti “particolari” passando per i periodi difficili e purtroppo anche per colleghi disonesti. Sono riuscito ad uscirne fuori soltanto con l’impegno, la serietà, la lealtà ed anche con una buona dose di umiltà.“

Hai aderito a REazione, ci racconti la tua scelta di far parte di questa associazione?

“Ho aderito a REazione soprattutto  per l’interesse a partecipare ad i vari corsi organizzati dall’associazione, che per me hanno una valenza importantissima, ovviamente resta  l’auspicio di creare un gruppo affiatato e serio con i vari colleghi iscritti.”

Etica e professionalità quanto incidono nel successo di un agente immobiliare?

“Etica e professionalità, dal mio punto di vista, incidono molto nel nostro campo lavorativo, fattori che devono andare a braccetto con la serietà dell’agente immobiliare.”

Perché oggi più di ieri è importantissima la figura dell’agente immobiliare ai fini di un affare o compravendita immobiliare?

“Oggi sicuramente è più importante, poiché la crisi generale (fortunatamente quella del mattone è quasi del tutto passata), ha prodotto una diffusa difficoltà economica nei clienti, i quali sono divenuti più esigenti. Oggi la figura dell’agente immobiliare è ancora più importante di ieri, aiuta tantissimo i clienti , soprattutto quelli in difficoltà e che magari sono anche meno preparati ed indifesi, specialmente in un periodo in cui c’è assoluta necessità di competenze tecniche e legislative.”